Archivi tag: United States

Arriva l’elettronica biodegradabile

NanotecnologiaSarà presto possibile utilizzare chip elettronici che si degradano senza lasciare tracce e senza essere tossici, addirittura all’interno del corpo umano. Si chiamano dispositivi elettronici biocompatibili – piccoli impianti per l’uso sanitario destinati a dissolversi nei tessuti del corpo dopo aver fatto il loro lavoro, e sono già una realtà in fase di sperimentazione. Potranno un giorno essere usati per combattere le infezioni post-chirurgiche, per accelerare lo sviluppo delle ossa e per una serie di altre applicazioni mediche – e non solo mediche.

A differenza dei tradizionali impianti medicali, come le valvole cardiache o le protesi dell’anca che sono progettati per durare a vita, i dispositivi “elettronici transitori” sono realizzati con chip di silicio piccoli, ultra-sottili, contenenti elettrodi di magnesio, che si sciolgono completamente quando hanno svolto il loro compito. Sono in fase di sviluppo da parte di un team di ricercatori della University of Illinois, Northwestern University in Illinois e della Tufts University nel Massachusetts, entrambe università americane.

John Rogers, professore di ingegneria dell’Università dell’Illinois che ha guidato la ricerca, prevede già un considerevole numero di applicazioni mediche in cui i nuovi dispositivi potranno essere adottati.

I circuiti sono costituiti da un microchip a nano-membrane, che lentamente si sciolgono alla presenza di acqua o biofluidi.

“Un esempio di questo tipo di dispositivo è una sottile pellicola che entra nel corpo con un’incisione chirurgica per fornire una terapia termica che può eliminare i batteri che altrimenti causerebbero un’infezione”, ha detto Rogers.

La nuova elettronica biodegradabile potrebbe un giorno avere una vasta gamma di applicazioni – dal monitoraggio ambientale alla creazione di prodotti elettronici di consumo usa e getta e non inquinanti. Ma per ora, i ricercatori si stanno concentrando sulle possibilità mediche, tra cui i dispositivi per controllare l’attività di cuore, cervello e muscoli. Inoltre sperano di poter applicare i chip anche al rilascio di farmaci nel corpo.

Un articolo di John Rogers e dei suoi colleghi sullo sviluppo dei dispositivi medici biodegradabili è stato pubblicato nel numero di questa settimana della rivista Science.

Il Presidente OBAMA ha un bodyguard ALIENO?

Durante una conferenza del presidente degli Stati Uniti ”Barack Obama”,qualcosa di piu interessante colpisce qualche attento osservatore..Un Bodyguards,dai tratti somatici molto strani, ”rettiliano”…?

Ormai da diversi anni,alcuni autori,cosiddetti ”ricercatori della verità”,(David Icke)parlano della segretissima esistenza  di esseri ”Rettiliani”,che si sarebbero inseriti tra di noi in tempi antichissimi,costituendo un vero e proprio potere d’Elitè e agirebbero indisturbati sul pianeta terra.

I governatori ”umani” in realtà sarebbero solo delle pedine che obbediscono al volere e al potere da essi creato.

Ufo avvistato a Roma, sul Vaticano: foto e video

       IMMAGINE 5

Il nuovo caso ufo portato all’attenzione del Centro Ufologico Mediterraneo (C.UFO.M.) farà certamente parlare di sé, in quanto gli ufo si sono manifestati nei pressi del Vaticano e soprattutto mostra in una nuova luce un famoso avvistamento. Gli oggetti volanti non identificati si libravano conservando, per buona parte del video girato con un cellulare da uno dei quattro testimoni, una conformazione triangolare e con un sincronismo nei movimenti stupefacente, tanto da far pensare ad un unico oggetto volante non identificato o in ogni caso ad un comando intelligente delle probabili sfere luminose. Però, in questo tipo di movimento, non bisogna sottovalutare l’inevitabile movimento della mano dell’operatore. Ad accorgersi delle strane luci in cielo sono stati quattro giovani i quali erano usciti da un pub di Campo dei Fiori e si dirigevano verso Trastevere.Erano oramai le ore 01,00 ed i due ragazzi e le due ragazze pervenivano sul ponte Sisto, quando, guardando in direzione di Cupola San Pietro, notavano l’estemporaneo spettacolo di luci  che in varie fasi diventavano 1 oppure 2 o ancora 3, che incredibilmente apparivano e scomparivano con un balletto sconcertante. Questo evento ufo ha indubbiamente valore in sé stesso, ma lo acquista ancora di più in quanto quella stessa notte del 6 giugno del 20101, a Roma vi furono molti avvistamenti ufo, tra i quali il più famoso fu quello di tre militari di stanza a Sabaudia che avvistarono tuttavia tre oggetti luminosi con tre ore di differenza e cioè alle ore 4 del mattino. Il Presidente del C.UFO.M. Angelo Carannante ha ricevuto il video del caso inedito dei 4  giovani in parola, solo a giugno 2012 quando uno di essi si decideva a contattarlo dopo aver conservato nel cassetto il caso per tanto tempo. Sul sito http://www.centroufologicomediterraneo.it e ul canale ufficiale di youtube “CUFOMCHANNEL” sono presenti rispettivamente degli approfondimenti, delle analisi delle immagini ed un video. Duro è stato il lavoro di indagine del team di ufologi e gli analisti Carmine Silvestri e Biagio Fusco sono giunti alla conclusione che non era un unico oggetto triangolare, ma tre diversi oggetti. Potrebbe anche trattarsi di lanterne cinesi, ma vi sono molti elementi che depongono contro tale ipotesi. Le indagini continuano e le conclusioni delle stesse, se vi saranno sviluppi significativi, saranno rese pubbliche. Per ora siamo al cospetto di tre classici ufo.

Fonte:Meteoweb

Documentario: Le luci di Phoenix (A Caccia di UFO)

Tanti,forse troppi testimoni di un evento incredibile accaduto nel 1997 a Phoneix in Arizona.Luci Misteriose e un Oggetto ripreso da tantissime persone dalle dimensioni pazzesche.Ovviamente nessuno si sbilancia.

”Io posso solo dire una cosa:”

”HO VISTO LA STESSA COSA DOVE VIVO, CON I MIEI OCCHI, E NON E STATA L’UNICA VOLTA CHE HO AVUTO ESPERIENZE  DI QUESTO TIPO.VI ASSICURO CHE E QUALCOSA DA FAR VENIRE LA PELLE D’OCA …”

Ognuno pensi  liberamente quello che crede sia meglio per se stesso..”

Maria Maddalena la moglie di GESU’? Un papiro copto del IV sec. d.C. lo confermerebbe.

©Foto di Karen L. King

E’ una notizia quantomeno sconcertante, di portata inimmaginabile laddove venisse confermata e verificata in ogni sua forma e fonte. Tutto nasce dalla scoperta effettuata dalla dottoressa Karen L. King, che detiene la cattedra Hollis alla scuola di Teologia dell’Università di Harvard, presentata al Congresso Internazionale di Studi Coptici che si sta tenendo in questi giorni a Roma.
Oggetto del contendere è un frammento di papiro scritto in copto, appartenuto ad un anonimo collezionista e analizzato da uno dei più importanti esperti di papiri biblici viventi, datato al IV secolo d.C. in cui si trova scritta per la prima volta l’espressione attribuita a Gesù “mia moglie” in riferimento a Maria Maddalena.

Il testo, un piccolo frammento grande “meno di una carta di credito”, è stato pubblicato integralmente il 18 settembre scorso dal New York Times, e per quanto il testo non abbia nella sua interezza un senso compiuto a causa delle diverse interruzioni e lacune, offre comunque frasi dal significato comprensibile e intelleggibile.

Eccolo:

Mia madre mi ha dato la vita… i discepoli chiesero a Gesù… negò. Maria è degna di questo… Gesù disse loro: mia moglie… potrà essere mia discepola. Che i malvagi si gonfino… per quanto mi riguarda, abiterò con lei per… un’immagine”. Continua a leggere Maria Maddalena la moglie di GESU’? Un papiro copto del IV sec. d.C. lo confermerebbe.