Enorme monumento misterioso ritrovato nel mare di Galilea

La struttura potrebbe forse essere dedicata al culto dei morti

monumento_mare_di_galilea

E’ quello che hanno scoperto gli scienziati della Tel Aviv University.un monumento di 39 metri di altezza , 230 metri di diametro, dal peso di 60.000 tonnellate. Il monumento era finora invisibile perchè sommerso sotto le acque del mare di Galilea.

La struttura è stata costruita sulla terraferma circa 6000 anni fa e poi è stata sommersa dall’acqua. Secondo gli esperti le pietre che sono state utilizzate provengono da più di un miglio di distanza e sono state disposte secondo un piano di costruzione specifico.

Il Dr. Yitzhak Paz dell’ Antiquities Authority and Ben-Gurion, ha spiegato che il sito, assomiglia ad una delle prime sepolture in Europa ed è stato probabilmente costruito nella prima età del bronzo. Lo studioso ritiene che ci possa essere un collegamento con la vicina città di Beit Yerah, la città più grande e fortificata nella zona.Il team di ricercatori ha inizialmente deciso di scoprire le origini dei ciottoli alluvionali che si trovano in questa zona del Mar di Galilea, che, secondo l’ipotesi degli studiosi, erano stati depositati dall’antico Yavniel Creek, un precursore del fiume Giordano a sud del Mar di Galilea. Mentre utilizzavano la tecnologia sonar per sondare il fondale, hanno potuto rilevare  un enorme mucchio di pietre.Per questo hanno organizzato un’immersione e hanno scoperto che quello che il “bip” del sonar segnalava non era affatto un mucchio indistinto di pietre, ma piuttosto un enorme ed elaborato monumento. La struttura è costruito in basalto e siccome la pietra è presente a non meno di un miglio di distanza, gli studiosi possono affermare che il basalto è stato portato nel luogo appositamente per la costruzione.

La base della struttura si trova sotto alcuni metri di sabbia. E’ proprio grazie a questi accumuli che gli studiosi sono riusciti a stimare in alcune migliaia di anni l’età del monumento

Ora i ricercatori si apprestano a studiare il fondale su cui la struttura poggia e naturalmente andranno a caccia di manufatti. Non è infatti escluso che i reperti relativi a questa incredibile scoperta possano dare indizi sulla storia della regione.

monumento_mare_di_galilea

”La base della struttura, che era ferma una volta sulla terra “, è inferiore a qualsiasi livello dell’ acqua che noi conosciamo nel mare antico di Galilea.  Ma questo non significa necessariamente che i livelli d’acqua siano stati in costante aumento”, ha spiegato il prof. Shmulik Marco.

Un’ipotesi è questa: essendo il mare di Galilea  una regione tettonicamente attiva, il fondo del lago, e quindi la struttura, potrebbe essersi spostata nel tempo.

Fonte:Gaianews

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...