Una terza via per l’origine dei Maya

        Una terza via per l'origine dei MayaScavi nella piattaforma A24, presso il sito Maya di Ceibal: il complesso monumentale scoperto è il più antico della pianura Maya (Cortesia Takeshi Inomata)

Recenti scavi nel sito di Ceibal, in Guatemala, suggeriscono che la civiltà Maya è nata in seguito a un profondo cambiamento sociale che ha ha coinvolto un’area estesa dell’America centrale e le rispettive numerose culture. Questa ipotesi contraddice due teorie in conflitto tra loro e sostenute dagli scienziati, secondo cui la civiltà Maya è nata grazie al contatto con la civiltà Olmeca oppure è una civiltà sviluppatasi per conto proprio in una zona tra gli attuali Guatemala, Belize e Messico meridionale

 

Una terza via per l'origine dei Maya
© VICTOR HABBICK VISIONS/Science Photo Library/Corbis

 

Apprezzata e celebrata per la sua architettura e per i risultati ottenuti in vari campi del sapere, come la matematica e l’astronomia, la civiltà Maya ha conserva un impenetrabile mistero: quello delle sue origini. Un nuovo studio pubblicato su “Science” chiarisce ora alcune questioni fondamentali, dimostrando che l’alba di questa civiltà fu il frutto di un processo più complesso di quello ipotizzato in passato.

Sulla questione Maya gli antropologi sono divisi sostanzialmente in due gruppi contrapposti. Uno ritiene che si tratti di una civiltà originale nata nella giungla, in una regione compresa tra Guatemala, Belize e Messico meridionale attuali; l’altro gruppo invece sostiene che l’origine della civiltà Maya, vada cercata in un’altra civiltà precolombiana più antica, quella Olmeca, conosciuta grazie ai resti della città di La Venta, nello stato messicano di Tabasco.
Secondo Takeshi Inomata e Daniela Triadan, antropologi dell’Università dell’Arizona a Tucson e autori dello studio pubblicato su “Science”, nessuno dei due modelli rappresenterebbe correttamente la realtà. Grazie alle loro campagne di scavi nell’antico sito di Ceibal, in Guatemala, I due hanno documentato la presenza di uno spazio appositamente dedicato alle cerimonie, all’interno di un complesso architettonico che comprendeva anche una piazza e una piramide. Le tecniche di datazione indicano che il complesso fu costruito prima di edifici simili trovati in altri siti Maya e che il momento di massimo splendore di Ceibal precede La Venta di almeno 200 anni.

Tutto questo, avvertono i ricercatori, non implica che la civiltà Maya fosse più antica di quella Olmeca, dal momento che di quest’ultima sono noti altri centri urbani importanti di epoca precedente a La Venta, e neppure che la civiltà Maya si sia sviluppata in modo indipendente. L’ipotesi più probabile è che il baricentro culturale di una più ampia civiltà che le comprendeva entrambe si sia spostato da un’area all’altra, in un periodo compreso tra 1150 a.C. e 800 a.C.

Una terza via per l'origine dei Maya
Il complesso monumentale scoperto di Ceibal: è il più antico della pianura Maya (Cortesia Takeshi Inomata)

“La nostra opinione è che lo scenario della cultura Maya delle origini sia molto più complesso di quanto ritenuto”, spiega Victor Castillo, antropologo dell’Università dell’Arizona e coautore dell’articolo. “Non si può pensare in termini di mutua esclusione: le due ipotesi, quella della civiltà Maya come frutto di uno sviluppo indigeno e quella di un’influenza esterna che le ha dato impulso, colgono solo aspetti parziali della vicenda”.

“Di fatto – conclude Inomata – ci fu un esteso stravolgimento sociale che coinvolse le pianure dell’area settentrionale dell’America centrale in cui si sviluppò la civiltà Maya e probabilmente le coste del Chiapas e la zona meridionale del Golfo del Messico. Il sito di Ceibal era parte di questo grande processo di cambiamento. L’emergere di una nuova forma di società, con una nuova architettura e nuovi rituali, divenne una base fondamentale per tutte le successive civiltà mesoamericane”.

fonte:LeScienze.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...