L’FBI rompe il silenzio sul file più popolare del suo archivio sugli ufo,il memo Hottel è la prova che il governo USA ha recuperato corpi alieni?

Federal Bureau of Investigation ha rotto il suo silenzio sul file più popolare e controverso del suo caveau digitale .

La nota di una pagina , del 22 marzo 1950, era indirizzata al direttore dell’FBI J. Edgar Hoover da Guy Hottel, allora capo del FBI dell’ufficio di Washington, DC. Egli ha trascritto alcuni dati forniti da un informatore.

 

Soggetto:Informazioni relative ai dischi volanti.

“Un investigatore per l’Air Force ha dichiarato che tre cosiddetti dischi volanti sono stati recuperati nel New Mexico” scrive Hottel. “Sono stati descritti come di forma circolare con al centro un rilievo, di circa 50 metri di diametro. Ognuno era occupato da tre corpi di forma umana, ma di 3 metri di altezza, vestito di una tela metallica composta da una texture molto fine. Ogni corpo era fasciato in un modo simile alle tute scure dei piloti collaudatori. “

Nessuna ulteriore valutazione è stata effettuata secondo i rapporti di Hottel.

Il file, uscito ad aprile 2011 in base al Freedom of Information Act, è stato visto quasi un milione di volte, l’FBI ha dichiarato,che in parte questo è avvenuto perché i media “hanno erroneamente riportato che l’FBI aveva pubblicato la prova dell’incidente UFO di Roswell, New Mexico [ nel 1947] e il recupero di rottami e cadaveri alieni. “

“Una nota dimostra che gli alieni sono realmente atterrati nel New Mexico prima del 1950,il documento è stato pubblicato dall’FBI”, ha scritto il Daily Mail nel 2011.

“La nota di Hottel non prova l’esistenza degli UFO”, ha affermato l’ufficio dell’FBI in un post sul blog del suo sito web questa settimana . “Si tratta semplicemente di un documento di seconda o terza mano che non abbiamo mai indagato.”

Inoltre, la nota dell’FBI, fa risalire la datazione del memo Hottel a quasi tre anni dopo gli eventi di Roswell nel mese di luglio 1947.

“Non c’è ragione di credere che le due cose siano collegate,” ha affermato l’ufficio del Federal Bureau Investigations.

L’FBI è stata solo occasionalmente coinvolta nelle indagini su rapporti di Ufo ed extraterrestri. Alcuni anni dopo l’incidente di Roswell, il direttore Hoover ha dato mandato ai suoi agenti, di richiedere all’Air Force la verifica su eventuali avvistamenti di UFO. Tale prassi si è conclusa nel luglio del 1950, quattro mesi dopo il memo Hottel, il che fa intendere che nostro ufficio di Washington non ha mai creduto abbastanza a quella storia del disco volante per esaminare realmente il problema.

Concludendo secondo l’FBI, il memo Hottel non proverebbe l’esistenza degli UFO.Il dubbio rimane anche perchè siamo di fronte ad una testimonianza autorevole proveniente dall’Air Force e da un documento ufficiale che non mette mai in dubbio la veridicità del fatto.Dov’è la verità?Il mistero rimane nonostante la goffa prova dell’FBI di insabbiare l’ennesima scomoda verità!

(FONTE:www.Diggita.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...